Archivio per ‘Senza categoria’ categoria

Vessillo nazista alla caserma Baldissera di Firenze

3 dicembre 2017

Chiamarlo un atto vergognoso sarebbe poco. L’esposizione della bandiera neonazista dentro la caserma Baldissera dei carabinieri di Firenze è intollerabile.
Non è solo uno sfregio a uno dei simboli della sicurezza della nostra comunità: l’Arma dei Carabinieri. Ma è anche e soprattutto un colpo al cuore dei valori sui quali si fonda la Repubblica italiana. Parliamo dei valori della Resistenza. Parliamo di tutti quegli uomini e quelle donne che durante la Seconda Guerra Mondiale lottarono per liberare il nostro Paese dalla violenza del nazifascismo. Per dare al nostro Paese le fondamenta su cui costruire la Repubblica.

L’Arma dei Carabinieri ha dato molto alla storia d’Italia e in particolare alla storia della Resistenza. Come non ricordare i tre martiri di Fiesole – Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarretti – che il 12 agosto del 1944 si consegnarono alle truppe tedesche per salvare dieci ostaggi e subito dopo furono fucilati? Come non ricordare il contributo dato alla Liberazione di Firenze dall’Arma dei Carabinieri?
È per questo che lo sgomento di fronte ad un episodio del genere è più forte.

In un periodo, poi, in cui nella nostra città e in tutta la Toscana l’estrema destra si sta ritagliando spazi sempre più ampi e la risposta delle Istituzioni non è sempre all’altezza della sfida. Quanto dovremo aspettare perché ci si renda conto che l’avanzata del neofascismo anche qui, in una delle città simbolo della Resistenza, della cultura del rispetto e dell’apertura al mondo, sta assumendo dimensioni oltremodo preoccupanti e non può più esser vista come fenomeno marginale, ma combattuta con fermezza?

Ecco perché dobbiamo interrogarci non solo su chi ha esposto quella bandiera, ma anche su chi, prima che divenisse di dominio pubblico, ha visto ed ha taciuto, ha visto e ha lasciato correre.
Deve essere fugata ogni ombra in questa faccenda.
Chiederemo al più presto un incontro al Prefetto di Firenze, Alessio Giuffrida, perché è intollerabile che i membri delle forze dell’ordine non siano pienamente aderenti ai principi e ai valori di quella Costituzione su cui giurano.
Convenendo inoltre con la pronta reazione della ministra Pinotti ci attiveremo per incontrarla sul tema del rispetto dei principi democratici e dei valori costituzionali nell’esercito.

ANPI Firenze
ARCI Firenze
CGIL Firenze

Partigiane e partigiani, i ritratti di Giovanna Gould

12 novembre 2017

Dodici partigiani toscani, in quindici ritratti fra il 2006 e il 2007. Schizzi realizzati di getto, in pochi minuti, durante riunioni o in altre attività.

Giovanna Gould, dottoressa in lingue e diplomata in pittura e storia dell’arte, ha insegnato arte e lingue in vari paesi (Italia, Seychelles, Zimbabwe, Isole Vergini, Stati Uniti, Liechtenstein). Impegnata anche come ritrattista nei tribunali in quei casi dove le fotocamere non sono ammesse, ha esposto i propri lavori in mostre personali e collettive in vari paesi del mondo. L’ultima a Cadice in Spagna nel maggio 2017.

L’antifascismo in marcia, il 28 ottobre

27 ottobre 2017

A Firenze presidio ore 10-17 in p.za Dalmazia e p.za Beccaria.

Alle 18, INTOLLERANZE ELEMENTARI: la crescita di razzismi e fascismi – gli anticorpi democratici.
Incontro con la vicepresidente nazionale ANPI presso SMS di Rifredi, via Vittorio Emanuele II, 303.

28ott_firenze_ANPI

Iniziativa di Lealtà-Azione all’Impruneta

2 settembre 2017

Per il 17 settembre all’Impruneta viene organizzato un evento dell’associazione “I Lupi danno la Zampa”, si tratta di una manifestazione canina intitolata “Io e i miei amici”.

L’associazione “I Lupi danno la Zampa” è una costola dell’organizzazione politica Lealtà – Azione, che si rifà al pensiero di personaggi legati al nazismo e al fascismo.
Fra i loro riferimenti i militanti di Lealtà – Azione indicano Léon Degrelle, politico belga e soldato nelle SS, paladino del nazionalsocialismo. Altro riferimento indicato da Lealtà – Azione è Corneliu Zelea Codreanu, capo e fondatore della Guardia di Ferro, milizia armata rumena nota per violenze ed uccisioni di civili ebrei. Infine l’intellettuale americano Ezra Pound, fiancheggiatore del fascismo fino alla fine della guerra.

È oramai nota la strategia tenuta da alcune sigle dell’estremismo politico di destra: organizzano eventi culturali o benefici tramite associazioni tematiche, con l’evidente obiettivo di ottenere riconoscimento sociale da usare poi in chiave politica.

Ci chiediamo se i militanti de “I Lupi danno la Zampa” abbiano spiegato quali siano i valori che li guidano ai commercianti che hanno concesso sponsorizzazione al loro evento. Sanno i cittadini dell’Impruneta quali siano gli ideali dei militanti di questa associazione che, pur occupandosi di animali domestici, è a tutti gli effetti parte di un’organizzazione politica?

Come ANPI Firenze esprimiamo preoccupazione per i molti segnali di ripresa, a volte palesi e a volte nascosti, delle vecchie idee che portarono l’Italia nel disastro della dittatura.
È necessario che le istituzioni e tutti i cittadini sappiano riconoscere i nomi e le strategie di questi gruppi, anche quando sembrano occuparsi di tutt’altro che di politica.

La segreteria ANPI di Firenze


L’evento in questione: https://www.facebook.com/events/1902389360013228/
La pagina web de “I Lupi danno la zampa”: http://www.lealta-azione.it/le-branche/i-lupi-danno-la-zampa/
“Pensieri e Valori” di Lealtà – Azione: http://www.lealta-azione.it/pensiero/, le tre frasi in neretto sono citazioni rispettivamente di Pound, Degrelle e Codreanu.

L’ANPI Toscana è al fianco di chi pratica il dovere costituzionale ed umano dell’accoglienza

25 agosto 2017

Della bufera mediatica in cui è stato trascinato don Massimo Biancalani, parroco in Pistoia, travolto dagli insulti per aver offerto una giornata in piscina ai profughi che avevano lavorato ad una festa benefica, se ne sta parlando diffusamente.

All’iniziale messaggio del leader della Lega, che lo additava agli odiatori a cottimo di cui si circonda sui social, si accoda ora Forza Nuova che dichiara di voler “vigilare sulla dottrina del parroco”.

Forza Nuova, che si è più volte distinta per l’intenzione di divenire “vigilantes” e di fatto sostituirsi alle forze dell’ordine in materia di sicurezza, esprime ora la volontà di elevarsi a “vigilantes della fede” dichiarando di voler presenziare alla messa officiata da don Biancalani domenica prossima per “vigilare sull’effettiva dottrina del parroco”.

Le questioni che attengono agli aspetti religiosi non sono materia nostra e sulle quali comunque si è già espresso con fermezza il vescovo della città.
Come ANPI Toscana preme invece sottolineare che gli aiuti umanitari e l’accoglienza sono un dovere costituzionale che tutte le cittadine ed i cittadini democratici sono chiamati a svolgere; qualsiasi scelta esercitata dunque nel rispetto delle regole della Carta Costituzionale e della civile convivenza sono, per nostra cultura politica, oggetto di apprezzamento e rispetto.

25 agosto 2017
Il Comitato Regionale ANPI Toscana.

Celebrazioni RSI presso il Cimitero di Trespiano

8 agosto 2017

In merito alla prevista pubblica celebrazione dei soldati della Repubblica Sociale Italiana, l’ANPI di Firenze ha scritto a Sindaco, Prefetto e Questore quanto segue:

Alla cortese attenzione del sig. Sindaco, Dario Nardella.

Il giorno 11 agosto, ovvero il giorno in cui la città di Firenze festeggia l’insurrezione contro gli occupanti nazifascisti, avverrà una celebrazione al Cimitero di Trespiano dedicata ai caduti della Repubblica Sociale Italiana.

Fermo restando il dovuto rispetto ai singoli caduti, celebrare pubblicamente quei soldati appunto perché facenti parte della RSI è tutt’altra cosa.
La Repubblica Sociale Italiana si macchiò dei peggiori crimini: dai rastrellamenti di cittadini italiani di religione ebraica o di quei giovani renitenti alla leva che non volevano combattere al fianco di Hitler, per non dire appunto dei tragici giorni di agosto del 1944 in cui i cecchini fascisti sparavano sui civili fiorentini.

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Firenze chiede che le autorità vigilino affinché una manifestazione pubblica del genere non avvenga.
Firenze, città Medaglia d’Oro al Valor Militare per i meriti conquistati durante la guerra di Liberazione, non può assistere inerte all’esaltazione degli uomini e delle idee del fascismo.

In attesa di un suo cortese riscontro le inviamo i nostri saluti.

7 agosto 2017,
La segreteria ANPI Firenze

casaggì

Festa ANPI Firenze 2017

6 agosto 2017

Anche quest’anno siamo lieti di annunciarvi il programma della Festa ANPI della provincia di Firenze.
L’edizione 2017 si terrà dal giovedì 24 alla domenica 27 agosto presso la Casa del Popolo di Tripetetolo, a Lastra a Signa, via Livornese 108.

Qui di seguito il programma della nostra festa.

Festa ANPI Firenze
Dal 24 al 27 agosto, presso la Casa del Popolo di Tripetetolo, via Livornese 108, Lastra a Signa.

GIOVEDÌ 24 AGOSTO
– 18.30 apertura della festa con i canti delle Musiquorum
– 21.00 un ricordo della combattente curda Aysel Kurupinar vissuta a Firenze ed uccisa da militari turchi nell’agosto 2016
– 21.30 in collaborazione con l’associazione Libere Tutte, proiezione del documentario Bandite di Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini sulle donne partigiane combattenti. Intervengono Francesca Chiavacci, presidente nazionale ARCI, e Carla Nespolo, vice presidente nazionale ANPI

VENERDÌ 25 AGOSTO
– 18.30 presentazione dell’Atlante delle stragi nazifasciste con Matteo Mazzoni, direttore Istituto Storico della Resistenza in Toscana, Gianluca Fulvetti, direttore Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca
– 21.30 concerto degli Italica, live con musica popolare: pizziche, tarante e tammurriate

SABATO 26 AGOSTO
– 18.30 incontro su Lavoro e democrazia rappresentativa nell’idea dei costituenti.
Partecipano Carmelo Albanese, storico, Roberto Passini, giurista e fondatore dell’Associazione Giuristi Democratici, Claudio Maderloni, ANPI Nazionale
– 21.30 iniziativa Lavoro, democrazia e legalità.
Interverranno Massimiliano Bianchi della segreteria della Camera del Lavoro di Firenze, delegati di realtà territoriali, un responsabile appalti della Fillea CGIL e della Filt CGIL

DOMENICA 27 AGOSTO
– 10.00 assemblea con iscritti, associazioni, partiti e sindacati: Contrasto ai fascismi, un progetto comune
– 13.00 pranzo sociale

Durante tutta la festa saranno operativi il bar e il ristorante con piatti di carne, di pesce e vegetariani.
Il sabato dalle 18.30 sarà disponibile un’area giochi dedicata a tutti i bambini.

Grazie e speriamo di incontrarci alla Festa ANPI di Firenze,
La Segreteria provinciale ANPI di Firenze.

 

anpi_firenze_2017_web

Forza Nuova e le “ronde”, la posizione dell’ANPI Toscana

5 agosto 2017

In queste ultime settimane il capoluogo toscano ed altre città della nostra regione hanno visto il diffondersi di volantini di Forza Nuova. I temi sono l’immigrazione e la sicurezza.

Ridurre l’immigrazione a parole terrorizzanti, che evocano invasioni e violenze, è cinico e barbaro. Non vi è dubbio che un fenomeno grande e difficile come questo comporti anche attriti, timori e incomprensioni. È compito dello Stato italiano e dell’intera Europa gestire in maniera umana, solidale e sicura per tutti il movimento di così grandi quantità di persone. Ricordiamo che l’accoglienza è un dovere costituzionale anche perché noi come italiani abbiamo a nostra volta conosciuto i drammi dell’emigrazione.

Viene da chiedersi, dunque, se alle origini di tali posizioni non ci sia l’ossatura razzista del ventennio fascista.
La sicurezza dei cittadini è una cosa seria e civile, da realizzare costituzionalmente: le “ronde” sono il contrario.

Spetta allo Stato garantire sicurezza e a modularla senza che questo implichi una rinuncia alle libertà individuali e di tutti.

L’ANPI respinge ogni tentativo dei militanti dell’estremismo politico di sostituirsi allo Stato e chiede un’aumentata vigilanza da parte degli organi competenti.

Come ANPI Toscana abbiamo già richiesto un incontro con il Presidente Enrico Rossi ed il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, il tema sarà il contrasto al neofascismo e alle conseguenti derive antidemocratiche: episodi come questi saranno parte della discussione.

Coordinamento ANPI della Toscana

"Forza Nuova lancia le sue ronde", da La Nazione del 3 agosto 2017

“Forza Nuova lancia le sue ronde”, da La Nazione del 3 agosto 2017

Vania Bagni nuova presidente del coordinamento ANPI della Toscana

2 agosto 2017

A seguito delle dimissioni di Ubaldo Nannucci dall’incarico, il coordinamento, che è composto da rappresentanti delle ANPI di tutto il territorio regionale, ha eletto all’unanimità Vania Bagni, che ricopre anche l’incarico di vicepresidente dell’ANPI di Firenze.

Eletto il nuovo Presidente dell’ANPI di Firenze

25 luglio 2017

A seguito delle dimissioni di Ubaldo Nannucci, datate il 20 giugno scorso, il Comitato Provinciale ANPI di Firenze ha avviato un percorso che ieri 24 luglio ha portato all’elezione di un nuovo presidente.

La scelta è caduta, con amplissimo consenso, su Luigi Remaschi, che fino ad ora aveva ricoperto la carica di vicepresidente.

Auguri di buon lavoro per il nuovo presidente e tutti noi.